TITAN DESERT BY GARMIN

24.04.2016 - 30.04.2016

Anche nel 2016 ritorna la Gaes Titan Desert by Garmin, un raid iper mountain biker in Marocco, diviso in 6 diverse tappe. Porterà di nuovo centinaia di mountain biker per 600 km (ca 100 km a tappa) dalle cime dell´Alto Atlante fino alle dune del grande deserto. Una challenge ad orientamento consigliata a chi possiede una buona esperienza in mtb ed è pronto a raggiungere e superare i propri limiti ancora sconosciuti. Ma attenzione: la Gaes Titan Desert by Garmin non è solo per supermen!! Quest´anno la Titan è divisa in due parti: Si parte da Ifraine, una località turistica nell´Alto Atlante, dalle cime più alte del Marocco, dove d´inverno si scia grazie al "clima alpino". Si scopre qui un Marocco diverso, unico, con tanti boschi e numerosi sentieri tecnici.

Dopo queste prime 2 tappe in alta quota segue una tappa di trasferimento, poi le altre 4 tappe attraverso il deserto più estremo (Arfoud zone) fino a Maadid. Un´edizione speciale (11esima) contrastata da paesaggi sempre diversi. La partecipazione può essere individuale o come team formato da 2 oppure 3 biker. Nel 2016 ritorna di nuovo la tappa speciale chiamata "Garmin", dedicata alla navigazione senza segnaletica, e non mancherà la dura "tappa Marathon" senza aiuto esterno, già inserita nelle ultime edizioni. Ci saranno nuove categorie con premi per biker in sellla ad una fat bike (5°tappa). Dall´anno scorso è stata aggiunta anche la Titan Contact, una categoria (non competitiva) aperta a 50 biker che vogliono avvicinarsi a questa gara partecipando solo alle ultime due tappe; potranno iscriversi qua anche biker con la bici a pedalata assistita (e-bikes)!. Nel 2016 la manifestazione si tiene dal 24 al 30 Aprile e sarà seguita dinuovo da tanti media internazionali. Cosa aspettate, iscrivetevi e diventate veri "titani"!

ContentTabGroup

Risultati

Betalú, il "Titan all-terrain". Il biker catalano ha dimostrato di essere il migliore dei partecipanti, sia nelle tappe in montagna che nel deserto, e alla fine è stato in grado di celebrare la sua vittoria in Maadid. L'ultima tappa della corsa è stata vinta dal andalusiamo José Luis Carrasco. È stata l'edizione più completa del Gaes Titan Desert da Garmin, con un inizio tra le montagne del Medio Atlante Marocchino e con quattro tappe finali nel deserto: il vincitore di questa edizione è Josep Betalú (Bicipark), che ha dimostrato di essere un vero titano, completo e il più forte dei 400 partecipanti. Lui vince l´edizione 2016  con un tempo totale di 24 ore 54 minuti e 17 secondi. Il podio viene completato da Julen Zubero (MMR-Powerade) e dal portoghese José Silva (Olympia), mentre José Luis Carrasco (Naviera Armas) vinse l'ultima tappa, dopo una lunga fuga.

La Gaes Titan Desert da Garmin 2016 ormai è già storia e Josep Betalú è entrato nel libro d'oro della corsa. Il biker é un veterano, ha 39 anni e ha trovato la sua forma ottimale gareggiando nella Titan, non aveva mai subito problemi meccanici o cadute, e ha  controllato in maniera perfetta la corsa prima di essere incoronato vincitore con il massimo dei voti. Dopo aver superato le prime due tappe nella classifica gemerale è stato terzo ancora prima del trasferimento nel deserto. Betalú ha capito che poiteva fare sua la  vittoria nella tappa numero 4, tra Rissani e Merzouga, quando ha voluto rischare con la navigazione guadagnando però 8 minuti. Nella tappa "Garmin", il biker di Tarragona era con i migliori e ha superato le due sezioni di dune molto facilmente. In questa sesta e ultima fase della gara, tra Merzouga e Maadid lunga 79 chilometri, il vincitore è semplicemente rimasto nel gruppo di testa, ed infine, con le lacrime al traguardo, è riuscito a celebrare il suo grande trionfo in una delle gare più epiche e dure del mondo. Il colombiano Diego Tamayo, vincitore della scorsa edizione, questa volta non è riuscito a rimettersi l´ambita corona.

"Tutto è andato perfettamente in questa Titan, non ho avuto problemi meccanici o cadute, grazoe anche alla squadra con Sergi Escobar, che mi ha aiutato in ogni momento. In questa gara ci sono molti avversari ed è una grande vittoria per me", racconta Betalú, emozionatissimo al traguardo.

Nella categoria femminile, Ramona Gabriel (Scott-Taymory) nel´ultima tappa ha fatto una "pausa" regalando la vittoria alla sua avversaria Mayalen Noriega. Gabriel lascia la Titan con cinque vittorie di tappe e si aggiudica la classifica generale. Assieme a öei sul podio  Sandra Santanyes e Mayalen Noriega. Grande gioia all'arrivo per tutti i "finisher" di questa edizione che alla fine delle varie sfide hanno ricevuto il fossile della gara che li conferma come titani.

I biker della Gaes Titan Desert da Garmin edizione 2016 hanno gareggiato in una edizione epica, ricca di emozioni, dura e piena di sacrifici, immersi in un ambiente unico e magico che li ha portati dalle montagne del Ifrane fino nel deserto marocchino. Un'avventura che ricorderanno per tutta la vita.

Risultati 2016

 

Partita la TITAN DESERT 2016 - Potete seguire la gara in diretta in http://www.titandesert.com/es/livetiming/

TAPPA nr 1 - ll colombiano Diego Alejandro Tamayo (Tomas Bellés GAES by Cannondale) è il primo leader della GAES Titan Desert by Garmin 2016 partita il 24 Aprile dal centro dell´Alto Atlante marocchino, a quota 2000 m slm, esattamente dalla località turstica di Ifraine, conosciuta anche come la "Svizzera del Marocco". Tamayo ha superato i 110 km attraverso un paesaggio montano con splendide foreste con un tempo di 4 ore, 2 minuti e 24 secondi. Assieme a lui erano partiti altri 402 biker, gran parte spagnoli, e tra di loro biker esperti come Josep Betalú (Bicipark Team), José Silva (Racingbikes Olympia), Ondrej Fojtik (Force KCK Zlin Team), Ibon Zugasti (Ajram Capital-Orbea) e José Luis Carrasco (Naviera Armas), giunti al traguardo solo pochi secondo dopo Tamayo. Da subito ha fatto capire che lui,  più degli altri, vorrá aggiudicarsi ancora una volta la vittoria della Titan. Tra le donne vinse Ramona Gabriel (Garmin) davanti a Sandra Santanyes e Mayalen Noriega (MMR-Powerade).

TAPPA nr 2 - Una grande fuga garantisce a Muñoz la vittoria di tappa e a Carrasco quella generale

Dop il via i due corridori sono andati in fuga per più di 70 km e sono stati in grado a realizzare i loro obiettivi giungendo primi al tragardo ad Ifrane, per la seconda volta località di tappa della Titan 2016. Con oggi la GAES Titan Desert by Garmin ha un nuovo leader, José Luis Carrasco (Naviera Armas) che spodesta così il vincitore della prima tappa, il Colombian Tamayo, dopo una lunga fuga assieme a Guillem Muñoz (Tomás Bellés-Gaes), che vince la tappa di oggi con un tempo di 4 ore, 57 min e 5 secondi.

La seconda tappa è stata quella regina ma soprattutto l´ultima che si svolge sulle montagne dell´Alto Atlante prima di tornare alle sue vere origini, nel deserto. Sono stati 133 km di grande difficoltà in alta montagna con un GPM al km 57 collocato a quota 2.200 m. La prima parte della tappa è caratterizzata da una fuga da parte di Francisco Callejo e del portoghese Bruno Rosa - vincitore della SOLO Powerade Madrid-Lisboa - con grande entusiasmo sono stati capaci ad aprire un notevole distacco dai favoriti, un gruppo di 35 atleti.  In questo gruppo, dopo il km 60, si trovano anche José Luis Carrasco e Guillem Muñoz che dopo un dislivello di ben 2000 m e 5 ore di gara riescoo a giungere primi al traguardo a ad Ifraine.  Dietro a loro, il colombiano Tamayo, si rassegna di aver perso la maglia di leader rossa e perde terreno dietro ai suoi rivali, Josep Betalú (oggi terzo al traguardo e nella generale),  il Portoghese José Silva e il Ceco Ondrej Fojtik.

Nella categoria delle Donne ancora Ramona Gabriel (Scott-Taymory) che vince la tappa con un tempo di 5 ore, 50 min e 44 seconds) battendo le due rivali in gara,  Sandra Santanyes e Mayalen Noriega (MMR-Powerade). 398 titani hanno iniziata la gara d´oggi per  andare incontro ad una giornata veramente dura. Il tempo limite masimo di oggi per arrivare al traguardo: 11 ore. Ma domani ci sarà un giorno di pausa, Tutti i biker, lo staff, gli accompagnatori e il convoy della GAES Titan Desert by Garmin viaggeranno (per 5 ore) da Ifrane fino ad Errachidia, località nel deserto per le successive 4 tappe. Saranno allestite le Haimas, le classiche tende berbere, tipiche della gara. Il deserto ora attende tutti i titani.